Attestato di Prestazione Energetica (APE) - Arching Studio Caruso

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

SERVIZI




Il Decreto Legge 4 giugno 2013 ha stabilito che – da quando entrano in vigore i contenuti e le procedure di calcolo – l’APE diventa obbligatorio per: 1) gli edifici di nuova realizzazione; 2) gli edifici sottoposti a ristrutturazioni importanti; 3) gli edifici o le unità immobiliari soggetti a vendita, 4) gli edifici e le unità immobiliari posti in locazione.

L'Ape (attestazione di prestazione energetica) contiene la «targa energetica» che sintetizza le caratteristiche energetiche dell'immobile. Per misurarle, il tecnico deve analizzare le caratteristiche termo igrometriche, i consumi, la produzione di acqua calda, il raffrescamento e il riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile. L'attestato deve contenere anche i dati catastali dell'immobile. Nel caso si debba vendere la propria abitazione o stipulare un nuovo contratto di locazione per tovare un inquilino, i relativi annunci commerciali tramite tutti i mezzi di comunicazione devono riportare l'Indice di prestazione energetica (Ipe) dell'involucro edilizio e globale dell'edificio o dell'unità immobiliare e la classe energetica corrispodente, contenute nell'attestato di prestazione energetica. Poi, durante le trattative di compravendita o di locazione, venditori e locatori devono rendere disponibile al potenziale acquirente o al nuovo conduttore l'attestato di prestazione energetica. In caso di vendita l'attestato dovrà essere consegnato all'acquirente, così come in caso di locazione al conduttore.  (da Il Sole 24 Ore)

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu